esternocattolica1-821269_0x440

 

internocattolica1-465473_0x440

 

DSC05805

 

DSC05805

Con Guidi il centro è “Cult”

07 APRILE 2007 – APRE “GUIDI CULT”, LA BOUTIQUE D’ALTA MODA

Il 7 aprile 2007 apre la boutique “Guidi Cult”, un luogo da sogno che aumenta il fascino di Viale Bovio, proprio nel cuore della città di Cattolica.”Finalmente ha aperto un grande e bellissimo negozio che porterà più gente per tutti”, questo è il coro unanime di tutti i gestori di attività di Viale Bovio sull’apertura di “Guidi Cult”. Può sembrare strano perché tra esercenti, specie per lo stesso tipo di attività, corre sempre un filo di competizione. Stavolta è proprio il contrario, sia perché l’angolo di casa Paolucci, che disponeva di 5 negozi, era rimasto chiuso per alcuni anni, sia perché Margherita Guidi, titolare del prestigioso corner, è benvoluta da tutti, essendo cresciuta in viale Bovio tra la boutique Ferretti dei nonni e quella della prozia Maria Prioli, i due negozi di riferimento dell’eleganza cittadina fina dagli anni ’60.Massimo Paolucci, titolare dell’omonimo negozio storico di scarpe alla galleria del Berna, dice: Siamo contenti, più negozi belli ci sono, meglio è per tutti. L’importante è che venga gente a Cattolica. Se viene per la boutique della Margherita poi un’occhiata la da anche agli altri negozi. Le facciamo un in bocca al lupo di cuore”. Anche il titolare di “King Sport” è dello stesso avviso. “Complimenti per il bellissimo locale, sarà una manosanta per tutti. Questo centro si doveva rivitalizzare poiché ultimamente aveva perso un po’ il suo smalto iniziale.” Anche Pagnini di Acquasalata, abbigliamento giovane si compiace: “Non può non incuriosire e per questo verranno in tanti anche da fuori per vederlo. Così scopriranno anche gli altri negozi che meritano attenzione” … I commercianti della zona si aspettano che ora l’amministrazione faccia la sua parte nel rimettere mano all’arredo urbano che da tempo reclama una riassestata. Il sindaco Pietro Pazzaglini, intervenuto con col vice Giuseppe Prioli, ha detto: “Prima di tutto mi congratulo con la simpatica Margherita che condurrà brillantemente questa meraviglia e con sua mamma Valeria Ferretti per questa bellissima struttura che aumenta non solo il prestigio del centro, ma di tutta la città. … Anche per quanto riguarda viale Bovio stiamo progettando il restyling con la collaborazione di tutti. Anche molti clienti della boutique Ferretti di Riccione non hanno voluto perdersi l’evento e sono venuti nel nuovo tempio dell’eleganza. Come spiega Margherita, la sua boutique si configura come uno spazio di ricerca molto innovativo e che previlegia la raffinatezza ai più alti livelli, là dove il gusto è sovrano. Marchi esclusivi non presenti in altri punti punti vendita della riviera, molti da Francia, Inghilterra e Stati Uniti. Anche dall’Italia, ma non le “solite cose”. Da Guidi Cult c’è altro, quello che si desidera per essere eleganti fuori dall’omologazione e dello stile “sopra le righe” che ormai domina le sfilate in italiane. Negli espositori si vedono abiti femminili che ricordano lo stile di Audrey Hepburn. Il target  è giovane e di un’eleganza morbida, non ingessata.Il negozio? Un magnifico spazio di oltre 600mq in stile minimalista. Pareti esterne e interne di roccia lavica del Messico color cotto. Pavimenti e piani di lavoro, di una straordinaria pietra lavica indiana (ora esaurita) color grigio polvere. Cassettiere a scomparsa color brunito vintage. All’ingresso una vasca dalla quale si levano alberi di metallo artificiale lievemente dorato che formano il logo M, iniziale del nome Margherita. L’opera è stata realizzata è stato realizzata da una equipe di 12 architetti provenienti dall’Italia e dall’estero tra cui Osaka

testo di Wilma Galluzzi, “La Voce di Romagna” – Foto Vogue Italia 06/2011 – Shopping sulla riviera romagnola

esternocattolica2-49476_0x440

DSC05803

 

DSC05804

 

DSC05805

Leave a comment